Analizzare i dati – Cos’è una BI e come utilizzare per creare modelli predditivi

Marzo 30, 20214 Minuti

Analizzare i dati, secondo Kaoru Ishikawa, inventore del Diagramma di Causa-Effetto uno dei più usati per l’analisi dei processi aziendali ha detto:

“Il controllo senza l’azione è semplicemente un hobby”

Così il guru della qualità, spiega che è essenziale monitorare i processi aziendali in modo periodico e basandosi su dati reali che rispecchino i fatti realmente accaduti.

Come abbiamo raccontato la scorsa settimana nell’articolo sul valore del dato (consultabile qui!) è fondamentale poter contare su strumenti che permettano di raccogliere dati in modo efficiente, tracciabile e affidabile le informazioni.

Questo però non è sufficiente, diventa fondamentale per poter guidare la propria impresa verso una strada sicura e orientata al successo poter aggregare queste informazioni e analizzarle, così da essere ben consapevoli della propria realtà e del mercato che ci circonda.

Cos’è la Business Intelligence per analizzare i dati?

Il termine nasce da un ingegnere dell’IBM verso la fine degli anni ’50, la business intelligence è lo strumento che raccogli i dati dai i diversi gestionali per aggregarli in un unico applicativo che ha la funzione di renderlo fruibile e di dargli valore.

Si può, quindi:

  • Raccogliere di dati
  • Classificare le informazioni per pattern
  • Analizzare i risultati
  • Realizzare modelli predditivi

Quindi la funzione dello strumento è doppia, ovvero approfondire la conoscenza della propria realtà aziendale e studiare i trend e le richieste per effettuare analisi predditive.

Come funziona una business intelligence?

La BI svolge la propria attività in 3 fasi:

  1. Raccolta Dati
  2. Elaborazione
  3. Analisi e Verifica Risultati

La prima cosa da fare è quindi andare a lavorare sui dati, ovvero connettere l’applicativo con il software gestionale così da creare un pool di informazioni da cui attingere. Aggregare i dati delle diverse fonti e dai diversi strumenti permette di creare un nuovo punto di vista complessivo e più completo.

Una volta raccolti i dati è necessario elaborare un piano di visualizzazione così da poterli analizzare secondo le specifiche richieste e navigandoli trovare le risposte alle proprie domande, analizzando le KPI dell’azienda (Key Perfomance Indicator).

L’ultimo step è sicuramente il più importante analizzare le KPI e verificare i dati. Alla fine di questo processo l’azienda si trova in mano una serie di informazioni che prima non aveva che possono essere conservate e reperite in modo semplice un un click.

I vantaggi di analizzare i dati con una Business Intelligence

  1. Analizzare le vendite, per lavorare o sulla metodologia dei commerciali o sul prodotto/servizio in vendita
  2. Ridurre le perdite andando ad analizzare dove e quando si creano situazione a cono di bottiglia
  3. Ottimizzare i costi, investire solo su costi che portano benefici reali e misurabili in azienda.
  4. Efficentare i processi aziendali, eliminando i processi che rallentano senza portare valore aggiunto
  5. Prendere decisioni consapevoli, dopo la lettura dei risultati delle KPI è possibile basare le decisioni sia sulla propria esperienza che dati concreti.

Con la BI prendi il controllo della tua azienda per guidarla verso il futuro, Asia propone le BI nativamente integrate negli applicativi Zucchetti, con un personale data mart così da non inficiare i dati all’interno del gestionale ma lavorando su un database parallelo.

Clicca qui per scoprire le soluzioni BI (BI HR, BI ERP) o contattaci compilando il form qui sotto!

Seguici sui social!

Contattaci